Falesia ALBERO DELLE LUCCIOLE (Val Masino)

È il più grande monolito roccioso d’Europa, con un volume di oltre mezzo milione di metri cubi, sceso a valle a causa

di un grosso franamento dalla Valle di Preda (la “Préda” è il toponimo locale).

È stato “conquistato” per la prima volta dai pastori che incisero faticosamente una scalinata di pietra sul lato Ovest

che, ancora oggi, rappresenta la via più semplice per salire alla sommità.

Alto 50 metri e con quattro pareti percorse da decine di vie di arrampicata, è accerchiato da altri grandi massi alti fino

a 20 metri: Lo Scivolo, La Torcia, Il Sasso dell’Ano, Il Sasso minato, Goldrake, l’Albero delle Lucciole e tanti altri,

anch’essi attrezzati per la pratica dell’arrampicata sportiva.

Attualmente è una delle palestre naturali più famose d’Italia, immersa in un pregevole connubio di vegetazione,

prati e roccia, con punte di frequentazione che raggiungono le 200 persone ogni weekend.

Ma tranquilli, il Sasso Remenno e i suoi compagni offrono ampio spazio per tutti e per tutte le tipologie

d’arrampicata, dal III grado fino agli strapiombi dei massi che sfiorano il 9a.

 

Tutti i dettagli nella locandina.

WEISSMIES PER LA CRESTA SE

Si torna finalmente su una cima di 4000 metri, il 9 e 10 luglio.

La Weissmies è la vetta più alta del trittico Fletschorn-Lagginhorn-Weissmies che domina la Valle di Sass a nord-est. La via proposta prevede la salita all'Almaghellerhutte dove si pernotterà e da dove si partirà per l'ascensione lungo il Il versante sud-est roccioso e quasi completamente privo di ghiacci.
Visto il progressivo ritiro del Triftgletscher la cresta sud-est, pur presentando una salita più lunga e faticosa, sarà destinata a diventare la nuova via normale di salita a questo panoramicissimo 4000 vallesano. Dalla via normale, condizioni permettendo, è prevista la discesa per comporre una appagante traversata.

Pur non presentando difficoltà oltre il II+/III- sarà richiesta autonomia delle cordate ed esperienza di progressione su misto e ghiacciaio.

Tutti i dettagli nella locandina.

LAGHI DEL GORZENTE NEL PARCO DELLE CAPANNE DI MARCAROLO

Sabato 14 maggio il Gruppo Escursionismo ci porta sull'Alta Via dei Monti Liguri, nel cuore del Parco Delle Capanne di Marcarolo; area selvaggia incastonata tra le province di Genova e Alessandria.

Il giro previsto si svolgerà attorno ai laghi del Gorzente, con una salita, per i più volenterosi, al monte Figne.

Panorama insolito e molto affascinante. 

 Tutti i dettagli nella locandina

CICLABILE DELLA VALLE OLONA

Sabato 30 Aprile si rimonta in sella per una gita lungo l'argine del fiume Olona da Castellanza a Castiglione Olona. 

40 kilometri di natura, archeologia industriale, luoghi storici e sacri. Alla portata di chiunque abbia un minimo di allenamento.

Le iscrizioni sono aperte. 

Tutti i dettagli nel volantino.

PUNTA LEYSSER DA VETAN (M. 2771)

Domenica 6 marzo riprende l'attività di escursionismo della nostra sezione con una gita di scialpinismo aperta anche ai ciaspolatori.

In valle D'Aosta nella Valle del Gran San Bernardo un percorso in ambiente innevato alla portata di tutti. Indispensabile però la dotazione di sicurezza (Artva, pala, sonda).

Si richiede l’iscrizione alla gita sul sito www.caidesio.net entro le 22 di venerdì 5 marzo indicando la scelta tra sci e ciaspole.

Tutti i dettagli nel volantino.

 

MONTE PIZZOCOLO PER LA CRESTA SUD EST (1581 m.)

Sabato 6 Novembre il gruppo escursionismo propone una via di roccia al Monte Pizzocolo, balcone panoramico sul lago di Garda. 

Bellissima (e facile) salita alpinistica al Monte Pizzocolo. Si percorre l'accidentata e panoramica cresta Sud-Est, che assieme alla vicina cresta Sud (più facile) rappresenta una gustosa e diretta via di salita alla cima di questa montagna. Il percorso è vario e tecnico, le difficoltà sono abbastanza continue ma non tali da togliere il divertimento anche a dei semplici escursionisti (purché abbastanza esperti di passaggi su roccia). L'itinerario è nel complesso poco frequentato e si snoda in un ambiente quasi mediterraneo, con al di sotto un magnifico panorama sui golfi e sulle isole del Lago di Garda occidentale. Si presta ad essere percorso tutto l'anno, fatta eccezione per i (pochi) giorni in cui la neve ricopre le rocce nel tratto più in quota.

Di seguito la relazione completa.

https://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/pizzocolo/pizzocolo.htm

PIZZO GUARDIELLO

Sabato 23 Ottobre il Gruppo Escursionismo propone un giro ad anello in val Chiavenna, con meta il Pizzo Guardiello

Il Pizzo è la prima cima della lunga cresta che divide la Valle di San Giacomo dalla Val Bregaglia, infatti il grandioso panorama che si gode dalla vetta, e non solo, spazia dalla Mesolcina, alla sottostante Chiavenna con tutta la sua valle, a tutto il possente versante nord del Pizzo di Prata, Pizzo Badile e Cengalo, Sciore, e altre cime fino al Piz De La Margna.

Da Pianazzola un remunerativo giro ad anello attraversa numerosi alpeggi e poi la cresta del Pizzo Guardiello. Il ritorno per bel sentiero attraverso l’alpe Olcera.

È possibile ridurre il dislivello rinunciando alla cima, compiendo comunque un percorso molto appagante.

Tutti i dettagli nella locandina

LACS DE FENÊTRE

Sabato 9 ottobre il gruppo escursionismo propone una suggestiva meta tra Italia e Svizzera.

Magnifico itinerario circolare al Colle del Gran San Bernardo, dalle continue e suggestive vedute panoramiche, sospeso tra Monte Bianco e Grand Combin. Si varcano tre colli, ora per facili selle erbose, ora per finestrelle rocciose raggiunte da cenge aeree, tra numerosi laghi nel tipico ambiente  di rocce e prateria d'alta quota. 

Se le condizioni lo permetteranno si potrà raggiungere la zona dei laghi attraverso la panoramica Pointe De Drône (M. 2949). 

Il percorso, dai laghi Fenêtre all'Ospizio del Gran San Bernardo era utilizzato dai monaci a dorso di cavallo per trasportare la legna dalla Val Ferret ed era conosciuto come "Chemin des Chevaux".

I dettagli nel volantino.

Ferrata delle Aquile, Dolomiti di Paganella

La ferrata tra cielo e terra! Sabato 25 settembre il nostro CAI organizza la gita alla Ferrata delle Aquile nelle Dolomiti di Paganella.

Un percorso eccitante in grado di regalare panorami unici a strapiombo sulla Valle dell'Adige in Trentino. 

Questa gita sostituisce la programmata Ferrata del Piz Trovat impraticabile per neve.

Sede e Orari

Club Alpino Italiano

Sezione di Desio (1920 - 2020)

Via Lampugnani, 78

20832 Desio MB

Orari apertura sede:

Mercoledì dalle 21.00 alle 22.30

Martedì dalle 17.00-18.30 - Gruppo Maltrainsem

Contattaci