Escursionismo

Featured

BIVACCO ZAPPELLI m 2278

Sabato 25 maggio la nostra sezione propone una gita in Valle d'Aosta con meta il nuovo bivacco Zappelli, moderna e interessante struttura posta a 2278 metri l'ungo l'alta via n 2.

Il percorso non presenta difficoltà tecniche e si snoda, partendo da La Salle, lungo la valle solcata dal torrente Lenteney. 

Iscrizioni entro giovedì 23 maggio. Tutti i dettagli nella locandina. 

Arrampicata in falesia – VANDEA
Featured

Arrampicata in falesia – VANDEA

Descrizione
Arrampicata su placconi appoggiati alternati a terrazzoni molto ampi, bella placca molto ammanigliata, attenzione a seguire le linee giuste in quanto sono presenti molti tiri affiancati, alcuni non segnati sulle mappe che si trovano online.

 

Come arrivare
Raggiungere il Paese di Sorico e continuare verso la frazione di Albonico. Una volta raggiunto l’abitato proseguire lungo l’unica via, superare alcune abitazioni e circa 100m dopo la chiesa si raggiunge la “Casa Simona”, dove è possibile parcheggiare (pochi posti auto in loco), è possibile parcheggiare più a valle. A fianco della “Casa Simona” parte il sentiero, si attraversa un ponte e si seguono le indicazioni per “San Fedelino”. Dopo aver superato un vecchio rudere si giunge ad un bivio dove si continua verso “san Fedelino”, fino ad arrivare alle indicazioni per “Vandea Climbing”.

 

I dettagli nella locandina

BISHORN (4150 m) DA  ZINAL
Featured

BISHORN (4150 m) DA ZINAL

La proposta alpinistica di Giugno (sabato 29 e domenica 30) è la vetta del Bishorn (4150 m) nel Vallese Svizzero, con partenza da Zinal.

Il programma prevede la lunga salita e il pernottamento alla Cabane de Tracuit, e l' "attacco" alla vetta la mattina successiva.

L'ascensione normalmente non presenta difficoltà tecniche particolari ma richiede comunque esperienza di alta montagna ed autonomia delle cordate partecipanti.

Sono disponibili 25 posti.

I dettagli nella locandina

 

Featured

CIMA PIANA 2512

Sabato 2 Marzo si svolgerà l'uscita conclusiva del Corso SA1 di scialpinismo della scuola "Valle Del Seveso". La Destinazione è la Cima Piana (m 2512) a nord di Champorcher in Valle D'Aosta. 

Si tratta di un itinerario breve su pendii molto soleggiati da effettuarsi in pieno inverno.

Come di consueto è possibile aggregarsi con il sostegno della nostra sezione. Iscrizioni sul portale entro il prossimo venerdì. 

I dettagli nella locandina

 

 

Featured

RIFUGIO MARGAROLI PER IL PASSO DI NEFELGIÙ - MONTE DEL SASSO

Il fine settimana del 24 e 25 febbraio il corso Corso di Scialpinismo SA1 della Valle Del Seveso propone una traversata da Riale (Val Formazza) al Rifugio Margaroli attraverso il Passo Di Nefelgiù e l'ascensione al Monte del Sasso il giorno successivo. 

Il nostro CAI su unisce per una nuova gita gemellata fuori programma. Pochi i posti disponibili per il pernottamento.  

ATTENZIONE: Vista la variabilità delle previsioni meteo e delle condizioni della neve la gita potrà subire delle variazioni.

I dettagli nella Locandina

 

 

Featured

MITTAGHORN

LOCANDINA

Featured

PIZ BEVERIN. RIMANDATA

La gita di Scialpinismo al Piz Beverin in Svizzera, prevista per domenica 11 febbraio, è annullata per le condizioni meteo che non sono buone.
Sarà recuperata non appena neve e nuvole ce lo permetteranno.
Restate collegati!

I dettagli nella locandina

Featured

COL SERENA

Nuova  proposta di scialpinismo fuori programma, organizzata in concomitanza e in collaborazione con il corso SA1 della Scuola "Valle del Seveso".

Domenica 4 Febbraio la destinazione è il Col Serena (2573 m) in Valle D'Aosta, Classico itinerario nella Valle del Gran San Bernardo, lungo il Vallon de Sereina.

Salita e discesa avvengono su ampi pendii mai troppo ripidi e senza passaggi obbligati. L’esposizione nord-est fa sperare in neve bella da sciare.

Dal colle, magnifici scorci panoramici su Crévacol e sull’imponente versante sud del Mont Velan, e bella veduta sulle Alpi Graie dal Ruitor al Berrio Blanc.

Partenza dal parcheggio della stagione sciistica di Crévacol che si raggiunge, dal casello di Aosta Est, dopo aver superato gli abitati di Gignod, Etroubles e Saint-Oyen.

Tutti i dettagli nella locandina

Featured

PIZ SURPARE'

Domenica 28 Gennaio, in concomitanza e in collaborazione con il corso SA1 della Scuola "Valle del Seveso", si propone un'uscita di Scialpinismo in Val D'Avers.

La meta è il Piz Surparè (3078 m) con partenza da Juf nel cantone svizzero dei Grigioni. 

La gita sostituisce quella prevista allo Stotzingen Firsten da Realp.  

Tutti i dettagli nella locandina

Featured

BOCCHETTA DI TRELA E MOTTA GRANDE

Uscita di scialpinismo fuori programma, organizzata in concomitanza e in collaborazione con il corso SA1 della Scuola "Valle del Seveso".

La destinazione è la Bochetta di Trela ed il Monte Sattaron (m 2716), che incorniciano la Val Viola Bormina, con la possibilità di concatenare anche la vicina Motta Grande (m 2702).

L'appuntamento è alle ore 6.00 di Sabato 20 gennaio e domenica 21 gennaio ad Arnoga (So) da dove avrà inizio l'escursione.

Tutti i dettagli nella locandina

FERRATA dei TRE SIGNORI - CIMA GAGGIO 2267 m

Sabato 4 novembre ci potremo cimentare su di una interessante ferrata, recentemente realizzata sulla bellissima parete del Sasso Tarrasco, sopra l'abitato di Monte Carasso (Bellinzona).

La Ferrata dei Tre Signori  è composta da un primo tratto comune di difficoltà media (K3) e da due successivi tratti distinti di cui uno ancora di media difficoltà ed uno più difficile (K5). I percorsi sono concatenabili con un sentiero di collegamento e sono uniti alla sommità da un aereo ponte tibetano.

Al termine del percorso attrezzato si può procedere su sentiero fino alla Capanna Albagno e successivamente raggiungere la panoramica Cima Gaggio e tornare alla stazione della funivia per comodo sentiero.

La partenza del percorso si raggiunge con la funivia che da Monte Carasso sale a Mornera. Il viaggio va prenotato e quindi abbiamo anticipato la chiusura delle iscrizioni a mercoledì 1 Novembre.

I dettagli nella locandina

La CIMA di BO si é spostata in LIGURIA : OASI di Zegna

Il meteo piemontese per questo sabato è impietoso e quindi la meta della gita all'Oasi Zegna si sposta in Liguria dove il tempo é migliore.
Ci buttiamo sulla Ferrata degli Artisti al Bric dell'Agnellino. Montagna vista mare.

CIMA di BO 2556 m ANELLO delle CRESTE della VAL SESSERA

Sabato 21 ottobre, esploreremo una zona inconsueta con una lunga e panoramica gita in Val Sessera, nel cuore dell'Oasi Zegna; pregiata zona delle montagne biellesi.

L'itinerario prevede di raggiungere la Cima di Bo, la più alta dell'intera area (m. 2556), percorrendo sia in salita che in discesa il filo delle creste che circondano la valle.
Un itinerario dal "panorama continuo" e appagante.

Il percorso non presenta particolari difficoltà se non il consistente dislivello e la distanza.
Ci sarà la possibilità, per chi lo desidera e in presenza di un secondo referente, di accorciare la distanza di circa 4 km e ridurre il dislivello di 150 m percorrendo, sulla via del ritorno, il sentiero di fondovalle anziché le creste. Il percorso può essere percorso anche in senso opposto. 

I dettagli nella locandina

 

PIZZO GANDAIOLE 2396 m (Valchiavenna)

La stagione autunnale dell'escursionismo si apre sabato 7 ottobre con una gita di respiro nella bellissima val Piodella, affascinante laterale della più celebre Val Bodengo. Si torna quindi in Lombardia e nella zona della Valchiavenna con meta il Pizzo Gandaiole, la cima più alta e panoramica dell'intera area. 

Il percorso, che non presenta particolari difficoltà, prevede il passaggio dal bel Bivacco Lavorerio, nell'omonima alpe, e dal Lago della Piodella.

L’autunno è forse il momento migliore per visitare questi luoghi, per i colori accesi dei pascoli e il contrasto con i panorami apertissimi sulle Alpi Retiche

I dettagli nella locandina.

ADULA (Rheinwaldhorn) 3402 m per la VIA MALVAGLIA

Ultima uscita prima della pausa estiva, il 29 e 30 Luglio torniamo in Svizzera per tentare la cima più alta del Ticino: l'Adula o Rheinwaldhorn 3402 m. 

Abbiamo scelto una via di salita alternativa, la "via Malvaglia", lunga cresta rocciosa con tratti attrezzati, alcuni esposti e un passaggio fisico di III grado attrezzato con catena.

La discesa è prevista per la via normale che percorre il ghiacciaio di Brasciana e che affronteremo in cordata, per giungere alle capanne Adula Utoe prima e Adula Cas poi e proseguendo per la Val Carassino in un lungo ma semplice rientro. 

Per chi non intende salire alla vetta sarà possibile raggiungere direttamente la Capanna Adula Utoe dal laghetto Cadabi, discendendo un ripido pendio.

Prima di affrontare la salita pernotteremo alla Capanna Quarnei, posta al termine della bella e non spesso frequentata val Malvaglia. https://quarnei.ch/ 

Percorso panoramico, a tratti selvaggio, molto stimolante e sicuramente impegnativo, che richiede esperienza di alta montagna e autonomia nell'uso di ramponi, piccozza e corda. 

Tutti i dettagli nella locandina, solo 15 posti disponibili. Qui la mappa dettagliata

ANELLO DEL VOFREDE. MONT ROUS 3240 RIMANDATA AL 17/06

L'USCITA DI SABATO 10 GIUGNO E STATA SPOSTATA DI UNA SETTIMANA.

Quindi sabato 17 Giugno si va in Valle d'Aosta per una appagante escursione alpina, al cospetto del Cervino, sperando in un meteo favorevole. 

Quello proposto è un lungo e articolato itinerario, dai notevoli panorami, tecnicamente non difficile ma a tratti esposto e reso ancor più vario e impegnativo dalla probabile presenza di neve (ramponi nello zaino).

A un primo avvicinamento segue un sentiero attrezzato che risale l'intero vallone di Cignana con vista sul ghiacciaio di Vofrede fino all'omonimo passo. Da qui si può salire il Mont Rous (3240 m) o iniziare la lunga discesa che attraverso rifugi, laghi, alpeggi e bivacchi ritorna al punto di partenza. 

I dettagli nella locandina

PIZZO RECASTELLO 2886

Il Pizzo Recastello, posto sul lato sud del bacino artificiale del Barbellino, in alta Val Seriana, è una delle vette più alte delle Orobie bergamasche.

Sarà la meta della gita di due giorni organizzata per il 24 e 25 giugno.

Il programma prevede il pernottamento al Rifugio Barbellino e la salita al Pizzo il giorno dopo.

Si tratta di un'ascensione più impegnativa nella parte finale con passaggi attrezzati e a tratti esposti.

Tutti i dettagli nella locandina.

Annullata uscita in falesia di sabato 20 Maggio al Mottarone

Causa maltempo, la prevista uscita di sabato 20 magio in falesia al monte Mottarone viene annulata.
Ci riproveremo!

Monte Mottarone (1.491 m.) – Uscita in falesia

Sabato 20 Maggio, andiamo ad arrampicare in falesia, al Mottarone.

Il Mottarone (1491m) si presenta come un panettone boschivo, tra il lago Maggiore e quello d’Orta.

Dalla sua cima si apre un belvedere a 360° sui laghi e su buona parte delle alpi Occidentali (bellissimo quello sul Monte Rosa).

Apprezzato da tutti per le sue piste da sci è anche un vero paradiso per chi ama arrampicare e praticare boulder.

Sparse qua e là emergono strutture rocciose di ottimo granito, conosciuto come “granito Rosa di Baveno”, sulle quali sono state tracciate diverse vie.

All’inizio di stampo classico, sfruttando le fessure (artificiale), in seguito, con l’avvento di nuovi materiali e tecniche di attrezzatura più sicure, furono aperti nuovi itinerari in placca a carattere marcatamente sportivo.

Oggi in questa area attrezzata esistono circa un centinaio di vie, molte di più tiri e di elevato contenuto tecnico e atletico, pronte a soddisfare sia il principiante che il climber esperto.

La varietà di difficoltà presenti, dai facili itinerari introduttivi, alle vie più estreme, dall’artificiale alle vie alpinistiche, fanno del Mottarone un sito unico per chi arrampica.

Per gli amanti del boulder, c’è solo l’imbarazzo della scelta, per la grande quantità di massi e blocchi, di tutte le dimensioni e difficoltà.

Alcuni settori, vista la facilità dei gradi, vengono spesso utilizzati dalle sezioni locali del C.A.I. per corsi d’arrampicata, mentre il Soccorso Alpino vi tiene esercitazioni e simulazioni d’intervento.

Tutti i dettagli nella locandina

PIZZO PIOLTONE 2612

Sabato 6 maggio andiamo in Piemonte, nella zona dell'Ossola, sul confine svizzero.
La meta è il Pizzo Pioltone (m. 2612) o Camoscellahorn. Percorso suggestivo e senza particolari difficoltà che passa dal rifugio Gattascosa e dal lago d'Arza.

Tutti i dettagli nella locandina

RIFUGIO SASSO NERO 3026 - ALTA VIA STABELER

Quello del Sasso Nero è uno dei rifugi più moderni e interessanti delle Dolomiti. Costruito nel 2018 poco più in alto e in sostituzione dello storico rifugio Vittorio Veneto, rappresenta un esempio di sostenibilità, ingegneria costruttiva e moderna ricerca architettonica. Posto a 3026 m di quota, gode di un panorama impressionante sulla Valle Aurina e sulle intriganti cime e ghiacciai che lo circondano. Questa è la meta della gita che CAI Desio propone per il fine settimana del 15/16 Luglio.

www.schwarzensteinhuette.com/it/

Ma non finisce qui! La gita di due giorni prevede il ritorno lungo l'Alta Via Stabeler, la più panoramica della Valle Aurina e una delle più interessanti delle Dolomiti per quota, sviluppo e varietà di paesaggio. Si tratta di una percorso di carattere alpinistico con tratti attrezzati, che richiede passo sicuro ma di grande soddisfazione.

I dettagli nella locandina

MONTE MADONNINO E GIRO DEI 5 LAGHI

Domenica 2 Aprile si spolverano scarponi e ramponi. La destinazione è il Monte Madonnino (m. 2502) nelle Orobie Bergamasche. 

Si tratta di una ascensione appagante verso uno delle più interessanti cime delle Val Seriana. E' poi previsto un lungo itinerario ad anello che ci consentirà, sulla via del ritorno, di attraversare una conca ricca di laghi e dighe. Il percorso termina con il passaggio presso un Villaggio Enel in gran parte abbandonato ma di grande suggestione. 

Possibile la presenza di neve in quota o nella conca dei laghi e quindi, per cautela, consigliamo picozza e ramponi nello zaino.

Tutti dettagli nella locandina.

WEEK END in VAL MAIRA 18/19 febbraio

In concomitanza con la gita conclusiva del corso di Scialpinismo 2023 della Valle del Seveso, proponiamo un fine settimana sulla neve per sci e ciaspole, in Val Maira.

Pernotteremo al rifugio Gardetta (2335 mt) dopo una salita di circa 1000 mt.

La domenica saliremo una delle cime nelle vicinanze.

Obbligatoria per tutti i partecipanti la dotazione di sicurezza: Artva, pala e sonda.

Iscrizioni entro le 20 del 16/02/2023

 

PIZ RONDADURA 3016 DAL PASSO DEL LUCOMAGNO

Lo scarso innevamento dell'Alpe Devero impone un cambio meta. La nuova destinazione è il Piz Rondadura al Lucomagno.

La salita prevede un dislivello di 1100 m e la difficoltà è BS per gli scialpinisti e WT3 per i ciaspolatori.

Sul posto, in funzione delle condizioni, i referenti potrebbero decidere per l'alternativa del vicino Schenadüi

In allegato le locandine di entrambe le mete.

Pizzo Banndiera

Pizzo Rondadura

PIZZO BANDIERA 2817 - SOSTITUITA

GITA SOSTITUITA CON NUOVA META

Domenica 12 febbraio continuano le attività del gruppo escursionismo con una bella gita in Piemonte. 

La meta è il Pizzo Bandiera, sperando in un buon innevamento.

La gita è aperta a scialpinisti e ciaspolatori.

Obbligatoria per tutti la dotazione di Arva, pala e sonda.

Tutti i dettagli nella locandina

SCIALPINISMO AL GALEHORN m. 2797

Domenica 5 febbraio andremo al Passo del Sempione e raggiungeremo dopo 1000 metri di dislivello sulle pelli, la cima del Galehorn 2797.

Gita scialpinistica, obbligatoria la dotazione di sicurezza

Iscrizioni aperte sino alle 22.00 di venerdì 3 febbraio.

La gita è organizzata in collaborazione con la scuola di Scialpinismo Valle del Seveso. 

TALLIHORN m 2820

Attenzione !!  Gita sostituita con MITTAGHORN

 

Domenica 29 gennaio si apre la stagione di escursionismo e alpinismo della nostra sezione con una bella gita sugli sci.

Nello splendido scenario dei Grigioni svizzeri una appagante salita a una vetta molto panoramica. Partenza da Nufenen

Il percorso è alla portata di chiunque abbia una minima esperienza scialpinistica.

L'escursione si svolgerà in concomitanza di un'uscita didattica della scuola di Alpinismo e Scialpinismo Valle del Seveso

Obbligatori Artva, pala e sonda.

Tutti i dettagli nella locandina

GIBBOSA CALANTE AL MANAVELLO. Buon Natale!

Per festeggiare il Natale il Gruppo Escursionismo organizza una salita notturna per martedì 13 dicembre.

La meta è il Baitello di Manavello, da Rongio. Splendido balcone panoramico da dove speriamo di godere la vista delle luci del lago e soprattutto una Luna non proprio piena ma ancora molto luminosa: gibbosa calante!

Non dimenticate pila frontale, panettone e spumante. Partenza ore 19.00 da Desio

Tutti i dettagli nella locandina.

Il Natale è arrivato e col CAI va festeggiato.

Quindi vieni, dai che è bello: ci vediamo al Manavello.

L'occasione è proprio d'oro per mangiare il Pandoro.

Ma se sei un gran ghiottone, porterai il Panettone.

La serata in allegria suggerisce la sangria.

Vuoi un cielo scintillante? Certo è meglio lo spumante.

Vedi tu quel che puoi fare: l'importante è non mancare.

C'è la Luna, è Santa Lucia: con il CAI è una magia.

 

FERRATA SUSATTI A CIMA CAPI (m 909)

Sabato 5 novembre, per l'ultima gita della stagione, si affronterà una spettacolare ferrata sul lago di Garda.

La Ferrata Susatti a Cima Capi è un itinerario molto appagante da un punto di vista paesaggistico. Ideale per chi ha esperienza di montagna e vuole cimentarsi su sentieri attrezzati; pur senza difficoltà tecniche rilevanti il percorso presenta alcuni passaggi in notevole esposizione.

Partendo da Biacesa di Ledro il percorso alterna per tutto il suo sviluppo tratti di sentiero a tratti attrezzati compiendo un giro ad anello che raggiunge dapprima la cima Capi per poi tornare al punto di partenza passando dal Bivacco Arcioni e dalla suggestiva Chiesa si San Giovanni. Un saliscendi panoramico di grande soddisfazione.

Tutti i dettagli nella locandina

RITENTIAMO IL TANTANÉ MA IL 23

CAMBIO DATA, SI VA IL 23/10

Il meteo della scorsa settimana ci ha costretto a cambiare meta, quello di domani ci impone un nuovo spostamento, ma solo di un giorno. Ritenteremo la salita al Monte Tantanè domenica 23 ottobre, sperando in una giornata migliore e in un po' di sole pomeridiano che sabato asciughi il percorso. 

Tutti i dettagli, di nuovo, nella locandina. 

MONTE TANTANÉ (M.2730) . CRESTA INTEGRALE

GITA SOSTITUITA CON ALTRA META

Il gruppo escursionismo propone per sabato 08 ottobre un interessante percorso ad anello in Valtournanche: la salita al Monte Tantanè (M.2730) attraverso le sue creste nord e sud.

La vetta del Tantanè rappresenta uno straordinario balcone su Monte Rosa e Cervino e si pone al vertice di una bella gita con solo qualche tratto impegnativo.

Tutti i dettagli nella locandina

PIZZO RABBI (M. 2452) . BIVACCO LEDÚ (M. 2245)

La prevista gita di fine settembre al pizzo Rabbi, viene anticipata a domenica 18 settembre.

Bella e remunerativa salita, senza difficoltà, ad un balcone panoramico tra val Chiavenna e lago di Como.

Tutti i dettagli nella locandina

LAGHI TREMORGIO E MORGHIROLO M. 2450

La proposta di escursionismo per sabato 25 giugno vede la Val Leventina in Svizzera come meta per un giro ad anello lungo ma semplice ed appagante da un punto di vista naturalistico e panoramico.

Da Rodi Fiesso, nei pressi di Airolo, a Rodi Fiesso, lungo un percorso che toccherà tre laghi e altrettante capanne, tra cui la più antica del Ticino, attraversando passi montani e  valli minori ma molto affascinanti.

Iscrizioni sul sito entro le 22 di giovedì 23/06

Tutti i dettagli nella locandina

CIMA DI CASTELLO 3379 m.

L'ultima proposta alpinistica prima della pausa estiva ci porterà il 23 e 24 luglio sulla Cima di Castello facendo tappa al rifugio Allievi Bonacossa. 

La Cima di Castello si trova nella confluenza di tre vallate, Zocca, Albigna e Val Del Forno e deve il suo nome al suo aspetto, austero e imponente quasi fosse un imponente e castello medievale. La vetta rocciosa si trova sullo spartiacque Masino - Bregaglia, mentre la cima nevosa culminante è collocata poco più a nord sullo spartiacque Albigna - Forno.

Pur non presentando difficoltà particolari, per l'ascensione alla vetta è richiesta autonomia delle cordate ed esperienza alpinistica di base. La salita al rifugio è di carattere puramente escursionistico. I posti sono limitati. 

Tutti i dettagli nella locandina

 

 

CORNO BUSSÒLA 3025 m.

Per sabato 11 Giugno il gruppo Escursionismo propone una gita in Valle D'Aosta con meta il Corno Bussòla, uno straordinario punto panoramico sulla Val D'Ayas, il Monte Rosa, Il Cervino e molte altre vette.

Un percorso lungo ma facile da percorrere, che si snoda tra alpeggi, laghi e creste fino a raggiungere il Rifugio Arp. 

Questa gita sostituisce, per motivi organizzativi e ambientali, la prevista uscita di MTB sul sentiero del Viandante.

Tutti i dettagli nella locandina

Falesia ALBERO DELLE LUCCIOLE (Val Masino)

È il più grande monolito roccioso d’Europa, con un volume di oltre mezzo milione di metri cubi, sceso a valle a causa di un grosso franamento dalla Valle di Preda (la “Préda” è il toponimo locale).

È stato “conquistato” per la prima volta dai pastori che incisero faticosamente una scalinata di pietra sul lato Ovest che, ancora oggi, rappresenta la via più semplice per salire alla sommità.

Alto 50 metri e con quattro pareti percorse da decine di vie di arrampicata, è accerchiato da altri grandi massi alti fino a 20 metri: Lo Scivolo, La Torcia, Il Sasso dell’Ano, Il Sasso minato, Goldrake, l’Albero delle Lucciole e tanti altri, anch’essi attrezzati per la pratica dell’arrampicata sportiva.

Attualmente è una delle palestre naturali più famose d’Italia, immersa in un pregevole connubio di vegetazione, prati e roccia, con punte di frequentazione che raggiungono le 200 persone ogni weekend.

Ma tranquilli, il Sasso Remenno e i suoi compagni offrono ampio spazio per tutti e per tutte le tipologie d’arrampicata, dal III grado fino agli strapiombi dei massi che sfiorano il 9a.

Tutti i dettagli nella locandina 1 2 3

WEISSMIES 4017 m. per la CRESTA SE

Si torna finalmente su una cima di 4000 metri, il 9 e 10 luglio.

La Weissmies è la vetta più alta del trittico Fletschorn-Lagginhorn-Weissmies che domina la Valle di Sass a nord-est. La via proposta prevede la salita all'Almaghellerhutte dove si pernotterà e da dove si partirà per l'ascensione lungo il Il versante sud-est roccioso e quasi completamente privo di ghiacci.
Visto il progressivo ritiro del Triftgletscher la cresta sud-est, pur presentando una salita più lunga e faticosa, sarà destinata a diventare la nuova via normale di salita a questo panoramicissimo 4000 vallesano. Dalla via normale, condizioni permettendo, è prevista la discesa per comporre una appagante traversata.

Pur non presentando difficoltà oltre il II+/III- sarà richiesta autonomia delle cordate ed esperienza di progressione su misto e ghiacciaio.

Tutti i dettagli nella locandina.

LAGHI DEL GORZENTE NEL PARCO DELLE CAPANNE DI MARCAROLO

Sabato 14 maggio il Gruppo Escursionismo ci porta sull'Alta Via dei Monti Liguri, nel cuore del Parco Delle Capanne di Marcarolo; area selvaggia incastonata tra le province di Genova e Alessandria.

Il giro previsto si svolgerà attorno ai laghi del Gorzente, con una salita, per i più volenterosi, al monte Figne.

Panorama insolito e molto affascinante. 

Tutti i dettagli nella locandina

PUNTA LEYSSER DA VETAN (M. 2771)

Domenica 6 marzo riprende l'attività di escursionismo della nostra sezione con una gita di scialpinismo aperta anche ai ciaspolatori.

In valle D'Aosta nella Valle del Gran San Bernardo un percorso in ambiente innevato alla portata di tutti. Indispensabile però la dotazione di sicurezza (Artva, pala, sonda).

Si richiede l’iscrizione alla gita sul sito www.caidesio.net entro le 22 di venerdì 5 marzo indicando la scelta tra sci e ciaspole.

Tutti i dettagli nel volantino.

 

MONTE PIZZOCOLO PER LA CRESTA SUD EST (1581 m.)

Sabato 6 Novembre il gruppo escursionismo propone una via di roccia al Monte Pizzocolo, balcone panoramico sul lago di Garda. 

Bellissima (e facile) salita alpinistica al Monte Pizzocolo. Si percorre l'accidentata e panoramica cresta Sud-Est, che assieme alla vicina cresta Sud (più facile) rappresenta una gustosa e diretta via di salita alla cima di questa montagna. Il percorso è vario e tecnico, le difficoltà sono abbastanza continue ma non tali da togliere il divertimento anche a dei semplici escursionisti (purché abbastanza esperti di passaggi su roccia). L'itinerario è nel complesso poco frequentato e si snoda in un ambiente quasi mediterraneo, con al di sotto un magnifico panorama sui golfi e sulle isole del Lago di Garda occidentale. Si presta ad essere percorso tutto l'anno, fatta eccezione per i (pochi) giorni in cui la neve ricopre le rocce nel tratto più in quota.

Di seguito la relazione completa.

https://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/pizzocolo/pizzocolo.htm

PIZZO GUARDIELLO

Sabato 23 Ottobre il Gruppo Escursionismo propone un giro ad anello in val Chiavenna, con meta il Pizzo Guardiello

Il Pizzo è la prima cima della lunga cresta che divide la Valle di San Giacomo dalla Val Bregaglia, infatti il grandioso panorama che si gode dalla vetta, e non solo, spazia dalla Mesolcina, alla sottostante Chiavenna con tutta la sua valle, a tutto il possente versante nord del Pizzo di Prata, Pizzo Badile e Cengalo, Sciore, e altre cime fino al Piz De La Margna.

Da Pianazzola un remunerativo giro ad anello attraversa numerosi alpeggi e poi la cresta del Pizzo Guardiello. Il ritorno per bel sentiero attraverso l’alpe Olcera.

È possibile ridurre il dislivello rinunciando alla cima, compiendo comunque un percorso molto appagante.

Tutti i dettagli nella locandina

LACS DE FENÊTRE

Sabato 9 ottobre il gruppo escursionismo propone una suggestiva meta tra Italia e Svizzera.

Magnifico itinerario circolare al Colle del Gran San Bernardo, dalle continue e suggestive vedute panoramiche, sospeso tra Monte Bianco e Grand Combin. Si varcano tre colli, ora per facili selle erbose, ora per finestrelle rocciose raggiunte da cenge aeree, tra numerosi laghi nel tipico ambiente  di rocce e prateria d'alta quota. 

Se le condizioni lo permetteranno si potrà raggiungere la zona dei laghi attraverso la panoramica Pointe De Drône (M. 2949). 

Il percorso, dai laghi Fenêtre all'Ospizio del Gran San Bernardo era utilizzato dai monaci a dorso di cavallo per trasportare la legna dalla Val Ferret ed era conosciuto come "Chemin des Chevaux".

I dettagli nel volantino.

Ferrata delle Aquile, Dolomiti di Paganella

La ferrata tra cielo e terra! Sabato 25 settembre il nostro CAI organizza la gita alla Ferrata delle Aquile nelle Dolomiti di Paganella.

Un percorso eccitante in grado di regalare panorami unici a strapiombo sulla Valle dell'Adige in Trentino. 

Questa gita sostituisce la programmata Ferrata del Piz Trovat impraticabile per neve.

WEISSMIES CRESTA SE

Sabato 24 e domenica 25 Luglio di nuovo in Svizzera per l'ascensione ad una magnifica vetta di 4017 metri: la WEISSMIES.

Non saliremo dalla via normale ma dalla cresta Sud Est scendendo poi dal ghiacciaio a nord ovest.

Pernottamento alla Almaghellerhutte.

GIRO DELLA GREINA

Si torna in Svizzera domenica 11 luglio per una lunga ma semplice escursione che percorre l’incantevole altipiano della Greina: la tundra ticinese.
Si incontreranno torrenti, laghi, paludi, stagni e, con una breve deviazione, un suggestivo arco naturale. Sul percorso si trovano, tra cascate, pascoli, forre, due interessanti capanne.
La capanna Scaletta e La capanna Motterascio.

Al termine del giro si giunge alla poderosa Diga del Luzzone alta 225 metri, famosa per la parete artificiale di arrampicata sportiva più alta del mondo.

Un affascinante percorso che offre una straordinaria varietà e ampiezza di sguardo.

Ritorno all’inizio con pullman postale.

Tutti i dettagli e la mappa del percorso, nella locandina.

CAPANNA CRISTALLINA CAS

Sabato 26 giugno il gruppo Escursionismo organizza la prima gita in territorio svizzero di quest'anno.

La meta è la Capanna Cristallina CAS (Club Alpino Svizzero) situata a quota 2572 sulla sella che fa da spartiacque tra la Val Bedretto e la Valle Maggia.

Dalla terrazza panoramica si gode una magnifica vista sul ghiacciaio del Basodino e sulle cime circostanti.

L'accesso avviene da Ossasco per un agevole e panoramico sentiero.

Tutti i dettagli nel volantino

PIZZACCIO DA OLMO (M. 2589)

Sabato 12 giugno 2021 il gruppo Escursionismo organizza la salita al Pizzaccio (Pizasc) da Olmo. Stimolante cima che domina la Valchiavenna e offre notevoli panorami.

La partecipazione è riservata ai soci CAI in regola con il rinnovo 2021

Si richiede la prenotazione sul sito www.caindesio.net entro le 21 di venerdì 11/06/2021

Tutti i dettagli nel volantino

Sabato 12 Giugno - Pizzaccio m. 2.589

Sabato 12 giugno 2021 il gruppo Escursionismo organizza la salita al Pizzaccio (Pizasc) da Olmo.
Stimolante cima che domina la Valchiavenna e offre notevoli panorami.

La partecipazione è riservata ai soci CAI in regola con il rinnovo 2021

Si richiede la prenotazione sul sito www.caindesio.net entro le 21 di venerdì 11/06/2021

Tutti i dettagli nel volantino.

Sabato 29 Maggio 2021-Uscita in falesia - Monte Mottarone (1.491 m.)

La Gita con destinazione Mottarone è stata sostituita con quella al Sass Negher, i dettagli nel pdf scaricabile al link sottoriportato.

Depliant Dettaglio Gita Sezionale

...
...
...
...

 

Club Alpino Italiano

...

Lo Scarpone

...

C.A.I. Lombardia

...

C.A.I. Lombardia - Salire

...

Sede

Via Lampugnani, 78
20832 Desio MB

Tel.: +039 0362 621668
e-mail: caidesio@caidesio.net 

 

Orari

Orari apertura sede:
Mercoledì dalle 21.00 alle 22.30

Gruppo Maltrainsem:
ogni primo e terzo Martedì di ogni mese dalle 16.30-18.00

 

Who is on line

We have 379 guests and one member online

Cerca nel sito